Come richiedere e come fare una voltura Luce e Gas

Guide

Cos’è il processo di voltura e come posso procedere con la richiesta?

La voltura è il procedimento che consente di modificare il titolare di un contratto relativo a un punto di fornitura di energia elettrica e gas, mantenendo la continuità della fornitura. Puoi richiedere la voltura inviando una e-mail a info@visitel.it

Quali documenti sono richiesti per richiedere la voltura?

Per effettuare la richiesta di voltura, è necessario presentare la seguente documentazione presso uno dei nostri recapiti:

  1. Modulo compilato e firmato in base al tipo di voltura richiesta:
    • Voltura da Residenziale a Residenziale: ELE e GAS
    • Voltura da Residenziale a Azienda: ELE e GAS
    • Voltura da Azienda a Azienda: ELE e GAS
    • Voltura da Azienda a Residenziale: ELE e GAS
  2. Copia di un documento di identità del nuovo intestatario. Nel caso di un’azienda, fornire una copia del documento di identità del referente contrattuale o del rappresentante legale.
  3. Documento o equivalente dichiarazione che attesti il legittimo possesso o detenzione dell’immobile. Questo può essere un contratto di locazione, di acquisto o di usufrutto, con l’indicazione della data di inizio di validità.
  4. Eventuale dichiarazione di estraneità al debito.

Spero che queste modifiche siano utili.

Quali informazioni sono necessarie per richiedere la voltura e diventare cliente di Gruppo Visioli?

Per effettuare la richiesta di voltura e diventare cliente di Gruppo Visioli, dovrai fornire i seguenti dati:

  1. Nome e Cognome o Denominazione Sociale del nuovo intestatario.
  2. Relativo Codice Fiscale o Partita IVA.
  3. Codice Cliente, Nome e Cognome o Denominazione Sociale del vecchio intestatario.
  4. Il codice POD relativo alla fornitura elettrica e/o il codice PDR relativo alla fornitura GAS.
  5. L’indirizzo di fornitura.
  6. L’indirizzo di recapito per la fattura.
  7. I dati anagrafici e l’IBAN del nuovo intestatario, che includono il codice fiscale, l’indirizzo e-mail e il codice IBAN.

Se ci sono fatture non pagate relative al punto di fornitura, non è di mia competenza gestire questa situazione. Cosa accade in tal caso?

Se sul punto di fornitura sono presenti fatture non pagate, le responsabilità saranno suddivise tra il precedente e il nuovo intestatario in base alla data di ingresso nei locali indicata nella documentazione raccolta (come il contratto di locazione o l’atto di acquisto) e all’eventuale dichiarazione di estraneità al debito.

È importante notare che in nessun caso sei obbligato a pagare importi dovuti dal precedente intestatario del contratto di fornitura.

Come posso verificare che la procedura di voltura sia stata completata con successo?

Se la procedura di voltura è andata a buon fine, riceverai una copia del contratto all’indirizzo di recapito per la fattura. Nel caso in cui la documentazione fornita sia errata o incompleta, Gruppo Visioli si metterà in contatto con te per richiedere l’invio dei documenti corretti.

Tuttavia, è importante sottolineare che il mancato invio dei documenti richiesti impedirà la conclusione positiva della richiesta di voltura. Nel caso di clienti residenziali, il mancato invio della documentazione o la mancanza di una certificazione del legittimo possesso dell’immobile non consentiranno l’accesso alla titolarità del punto di fornitura. Se sei un cliente azienda e non fornisci la documentazione richiesta, potrai comunque ottenere la titolarità del punto di fornitura, ma non sarai in grado di diventare cliente di Gruppo Visioli.

Domande frequenti sulla voltura

Si tratta di una situazione in cui è necessario richiedere la voltura per un contratto di energia elettrica o gas precedentemente sottoscritto da un coniuge, convivente o parente non più in vita, e per il quale la fornitura non è stata interrotta.

La voltura Mortis Causa è gratuita, non comporta alcun costo aggiuntivo.

Gruppo Visioli offre la possibilità di stipulare un contratto anche in situazioni di subentro (quando si attiva un contratto per un punto di fornitura in cui il precedente intestatario ha cessato la fornitura), di nuovi allacci con contatore pre-esistente (quando si attiva un contratto per un punto di fornitura mai attivato prima, ma con un contatore elettrico già installato) e in casi in cui è necessaria la posa di un nuovo contatore.

Leggi anche

Condividi l’articolo